FESTA DELLA DONNA 2016 - " L'ascesa delle donne nei primi venti anni del XX secolo: echi nel Salento".

07/03/2016

Archivio di Stato di Lecce

 

In occasione della giornata internazionale della donna, l'Archivio di Stato di Lecce propone una mostra on line dal titolo " L'ascesa delle donne nei primi venti anni del XX secolo: echi nel Salento".

Il percorso si apre con il Novecento, in un clima di apparente fiducia, dove la donna colta e socialmente inserita comincia a prendere coscienza della sua condizione sociale e giuridica e condivide le battaglie femminili per affermare l'uguaglianza dei sessi, ma non disdegna l'eleganza dettata dalla Bella Époque.

Sullo sfondo, il resto delle donne: grande schiera di umili contadine curve sui campi, di giovani fanciulle impegnate al telaio, di levatrici che amorevolmente prestano il loro servizio tra disagi ed ostacoli, di lavoratrici di ‘industria' retribuite al pari dei ragazzi;  creature che sopravvivono tra sofferenze e privazioni, in uno stato di subalternità al potere maschile, dove la maternità è vissuta come un fatto ‘privato'. Su questo universo ‘rosa' si abbatte  il baratro della Guerra; dalla rinuncia delle donne della gran società per la cura dei dettagli di moda sacrificati in nome dell'austerità, alla disperazione ed al grido delle donne prive del sostegno dei loro uomini e spesso del necessario per vivere. Le gravose rinunzie, i magri sussidi governativi percepiti, i salari bassi, la carenza di generi alimentari primari come il pane, sollevarono più volte le voci e le braccia delle donne salentine nelle piazze dei comuni contro le autorità della Provincia di Terra d'Otranto.  

 E la guerra tuttavia aprì inaspettati spazi di emancipazione femminile, facendo diventare normale ciò che prima era impensabile: le donne furono una via maestra anche se non prevista, entrarono come figure di primo piano nel mondo del lavoro e abbatterono con la loro azione i falsi miti di una società costruita sul preconcetto della superiorità fisica e intellettuale dell'uomo.

Le fonti documentano in modo obiettivo il cambiamento del mondo femminile di quell'epoca. La guerra  provocò una imprevista attenzione su queste fasce di vita generalmente ignorate, aprendo alla storia nuovi percorsi, tutt'ora cantierizzati.

                                    Giovanna Bino

VISITA LA MOSTRA ON LINE

Archivio di Stato di Lecce

Direttore: Dott. Massimo Antonucci

massimo.antonucci@beniculturali.it

Via Sozy Carafa 15
73100 Lecce
Tel: 0832/246788 - Tel: 0832/242437 - Fax:0832/242166


sito web: archiviodistatolecce.beniculturali.it
E-Mail: as-le@beniculturali.it
p.e.c.: mbac-as-le@mailcert.beniculturali.it

Contatti - Crediti - Note Legali


Copyright 2011-2018 MiBACT - AS - Lecce

pagina creata il 04/11/2010, ultima modifica 08/03/2016