Presentazione del volume DISEGNARE IL TERRITORIO. Cartografia demaniale in Terra d'Otranto prima dell'Unità ( Lecce, Edizioni Grifo, 2014)

24/06/2014

Belvedere Hotel - Torre Dell'Orso lungomare Belvedere - Venerdì 27 giugno ore 19,00

 

Disegnare il territorio. Cartografia demaniale in Terra d'Otranto prima dell'Unità (Lecce, Edizioni Grifo, 2014). invito1 E' questo il titolo del volume curato da Annalisa Bianco, Michele Mainardi e Mario Spedicato, che sarà presentato al pubblico venerdì 27 giugno 2014 alle ore 19.00 presso il Belvedere Hotel di Torre dell'Orso (Lungomare Belvedere). Dopo i saluti delle Autorità, sono previsti  interventi della Direttrice dell'Archivio di Stato, Annalisa Bianco, di Gianfranco Liberati, dell'Università di Bari, di Mario Spedicato, Eugenio Imbriani e Anna Trono, docenti dell'Università del Salento, e di Antonio Costantini, studioso del  territorio salentino, che offriranno una lettura multidisciplinare delle tematiche trattate. Copertina libro

Il volume nasce dalla volontà sinergica dell' Archivio di Stato di Lecce, della  locale Sezione della Società di Storia per la Puglia e del Collegio provinciale  dei  Geometri  e Geometri Laureati, presieduto da Eugenio Rizzo, di pubblicizzare un importante tesoro archivistico da offrire ad un'ampia platea di  studiosi e di figure professionali che hanno a che fare con la storia del territorio.

Il libro, impreziosito da un'elegante veste tipografica  e da un ricco apparato iconografico a colori, affronta storicamente il farsi della figura dell'agrimensore, quel perito delle misurazioni sul terreno che altri non è che il geometra del periodo pre-unitario, ed offre in tal senso un'ampia rassegna dell'attività svolta  nella descrizione del paesaggio agrario dell'antica Terra d'Otranto,  a seguito delle controversie sorte per la definizione dei demani comunali.    

Il  nucleo dell'opera è costituito da un ponderoso lavoro di regestazione di tutto il patrimonio cartografico  preunitario di argomento demaniale,  conservato nel fondo Intendenza di Terra d'Otranto dell'Archivio di Stato di Lecce. Sono 207 le mappe criticamente inventariate e postillate da Liliana Bruno e Daniela Ragusa e  sapientemente valorizzate  dalla  fotografia di Pierluigi Bolognini.

I saggi ospitati  in questo volume collettaneo  arricchiscono di ulteriori elementi di  lettura  il materiale cartografico. Michele Mainardi analizza l'evoluzione storica della figura dell'agrimensore nel Regno di Napoli, sia in rapporto alla sua formazione  che nelle sue  relazioni  con le istituzioni locali, nel passaggio dal vecchio al nuovo sistema del possesso fondiario. Giuseppe Carlone sviscera l'intricato argomento delle molteplici misure agrarie vigenti in antico regime prima della riforma varata nel 1840 da Carlo Afan de Rivera nell'intento di razionalizzare un sistema caratterizzato dalla notevole difformità metrica , sintomo di un'arretratezza socio-economica funzionale al controllo del feudo da parte dei baroni, prima, e dei galantuomini, poi.      

Fragagnano, 1811 novembre 2. Pianta dei demani denominati Cazzato, Torrenuova, Acquacandita, Musellaci. AS Lecce, Intendenza di Terra d'Otranto, Demani comunali.Fragagnano, 1811 Pianta dei demani denominati Cazzato, Torrenuova, Acquacandita, Musellaci.

Archivio di Stato di Lecce

Direttore: Dott. Massimo Antonucci

massimo.antonucci@beniculturali.it

Via Sozy Carafa 15
73100 Lecce
Tel: 0832/246788 - Tel: 0832/242437 - Fax:0832/242166


sito web: archiviodistatolecce.beniculturali.it
E-Mail: as-le@beniculturali.it
p.e.c.: mbac-as-le@mailcert.beniculturali.it

Contatti - Crediti - Note Legali


Copyright 2011-2018 MiBACT - AS - Lecce

pagina creata il 04/11/2010, ultima modifica 08/03/2016