Home page



             BENVENUTI NEL SITO DELL'ARCHIVIO DI STATO

In occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla scomparsa di Dante Alighieri, l'Archivio di Stato di Lecce propone un progetto di divulgazione del proprio patrimonio documentale più antico, relativo al periodo in cui visse e operò il Sommo Poeta e agli anni immediatamente successivi alla sua morte. Con cadenza mensile pubblicheremo, su questo sito e sui nostri canali social, un documento correlato di didascalia che ne illustri il contenuto, lo contestualizzi e lo metta in relazione a Dante.

Iniziamo con il Libro Rosso di Gallipoli e con quello che succedeva nel 1268.

 

dante gennaio

 

"Ecce centum servientes nec non quadraginta balistarias equites centumque servientes pedites, et cum eis quatuor milites..."

 

Libro Rosso di Gallipoli, raccolta in copia di tutte le pergamene e carte d'antica data emanate dai sovrani del Regno in favore dell'universitas di Gallipoli.

20 novembre 1268

Carlo I d'Angiò comunica al giustiziere di Terra d'Otranto che gli ha inviato rinforzi per l'assedio dei ribelli rifugiatisi nella città di Gallipoli, raccomandandogli di non lasciarsi sfuggire nessuno.

 

 

"[...] e la da Tagliacozzo, ove sanz'armi vinse il vecchio Alardo;[...]"

 

La Divina Commedia, Inferno, C. XXVIII, v. 17-18.

23 agosto 1268

Dante aveva appena 3 anni quando, a Tagliacozzo in Abruzzo, i ghibellini sostenitori di Corradino di Svevia vennero rovinosamente sconfitti dalle truppe di Carlo I d'Angiò, di parte guelfa, segnando di fatto l'ultimo atto della potenza sveva in Italia. Diversi anni più tardi, il Sommo Poeta si ricorderà di quella sanguinosa battaglia e giudicherà frutto di un infimo tranello del condottiero Alardo la vittoria degli angioini.

Saba Malaspina, cronista filo-angioino, narra che, dopo la battaglia, molti dei seguaci di Corradino si rifugiarono a Gallipoli per passare da lì "in Romaniam" e conquistare la libertà.


Auguri 2020 3

Da lunedì 7 dicembre 2020 la sala di studio e la sala visure riaprono al pubblico con un nuovo orario: dal lunedì al giovedì dalle ore 09.00 alle ore 17.00; venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00; sabato chiuso. Restano valide le disposizioni fissate per il periodo emergenziale (prenotazione obbligatoria e utilizzo di mascherina). 

Nuove modalità di accesso in Archivio per il periodo emergenziale causato dal Covid 19

 

 

IN FORZA DEL DPCM 3 NOVEMBRE 2020, ART. 1 COMMA 9 R,
A PARTIRE DA DOMANI 5 NOVEMBRE 2020
É SOSPESA 
L'APERTURA AL PUBBLICO DELLA SALA STUDIO E DELLA SALA VISURE
DI QUESTO ISTITUTO. 
Il Direttore

Ciclo di incontri per la formazione dei docenti organizzato dall'IPSAIC

L'Italia in guerra. La Puglia e il fronte Adriatico. Luoghi della memoria 1940-2020

L'Archivio di Lecce partecipa con una relazione del direttore Donato Pasculli sui campi di internamento in Manfredonia e nelle Isole Tremiti

link al programma completo

 

 

SI COMUNICA CHE A PARTIRE DAL 26/10/2020 L'ISTITUTO SVOLGE LE PROPRIE ATTIVITA' IN MODALITA' SMART WORKING, CONTINUANDO REGOLARMENTE AD ASSICURARE I SERVIZI DI CONSULTAZIONE E STUDIO

AVVISO- INDAGINE DI MERCATO IMMOBILIARE. VERBALE

         AVVISO- INDAGINE DI MERCATO IMMOBILIARE. ESITO

            AVVISO - INDAGINE DI MERCATO IMMOBILIARE

 Domenica di carta 2020

Domenica di carta 11 ottobre 2020- MOSTRA DOCUMENTARIA "EPIDEMIE E ANTICHI RIMEDI NELLE CARTE DELL'ARCHIVIO DI STATO DI LECCE"

 

GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2020 - MOSTRA DOCUMENTARIA "CARTE MAESTRE. EDUCAZIONE E FORMAZIONE IN SALENTO TRA OTTO E NOVECENTO"

 

#iorestoacasa #laculturanonsiferma

SANTA CROCE TRASFORMATA IN ARCHIVIO PROVINCIALE: UNO SCEMPIO OTTOCENTESCO SCONGIURATO

LA MENSA DELLE ORFANE DEL "PRINCIPE UMBERTO" DI LECCE (1912)

SCUOLA D'ALTRI TEMPI

#GiornataMondialeDellaSalute  Covid-19: Omaggio a medici, infermieri ed operatori sanitari

LA MODA NELLE CARTE D'ARCHIVIO

STRETTI ALLE SACRE ICONE - Greci e Albanesi della diaspora nel Salento medievale e moderno

SETTANTASEIESIMO ANNIVERSARIO DELL'ECCIDIO DELLE FOSSE ARDEATINE: le vittime salentine, martiri della libertà

MISURE PREVENTIVE CONTRO IL CONTAGIO EPIDEMICO SULLE IMBARCAZIONI IN TRANSITO NEI PORTI DI TERRA D'OTRANTO nel 1790  

 

RSS

Archivio di Stato di Lecce

Direttore: Dott. Donato Pasculli

donato.pasculli@beniculturali.it

Via Sozy Carafa 15
73100 Lecce
Tel: 0832/246788 - Tel: 0832/242437 - Fax: 0832/242166


sito web: archiviodistatolecce.beniculturali.it
E-Mail: as-le@beniculturali.it
p.e.c.: mbac-as-le@mailcert.beniculturali.it

Contatti - Crediti - Note Legali


Copyright 2011-2020 MiBACT - AS - Lecce

pagina creata il 04/11/2010, ultima modifica 25/01/2021